Frequently Asked Questions

Perchè dovrei venire alla Microsoft Virtualization & Private Cloud Conference 2012?

Perché si tratta della più importante conferenza italiana sulle tecnologie e i prodotti di virtualizzazione Microsoft. Una conferenza tecnica mirata a condividere un bagaglio di conoscenza di prim’ordine, grazie all'esperienza degli speaker che saranno sul palco.


Ci saranno presentazioni commerciali?

No, gli speaker hanno un ruolo esclusivamente tecnico. Gli sponsor avranno dei loro spazi in cui incontrare i partecipanti, ma al di fuori delle sale dove si tiene la conferenza e quindi senza occupare gli spazi destinati all'erogazione di contenuti. Fanno eccezione alcune sessioni tecniche, tenute da speaker tecnici e non da figure marketing, che illustreranno aspetti pratici di prodotti che si integrano e supportano le tecnologie di virtualizzazione rilasciate da Microsoft.


Le sessioni saranno in lingua italiana o inglese?

Tutte le sessioni tecniche saranno in lingua italiana.


Perché è un evento a pagamento e non gratuito?

Il costo di iscrizione è una garanzia della qualità dei contenuti che saranno erogati. Tolti i costi di struttura, una parte significativa del costo di iscrizione va a coprire i compensi per i relatori (la preparazione di ogni sessione richiede giorni di lavoro e mesi di studio ed esperienza acquisita sul campo).


Come mai lo sconto Early Bird è stato esteso fino al 15 maggio?

Grazie al supporto dei numerosi sponsor della conferenza, è stato possibile estendere la durata dello sconto Early Bird offrendo così a un numero maggiore di partecipanti la possibilità di usufruire della consistente riduzione di prezzo (€ 399 anziché € 499).


Devo scegliere preventivamente che sessioni seguire?

No: è possibile seguire le sessioni che si vuole, decidendo anche all'ultimo minuto. Le due sale sono vicine e i tempi di spostamento sono minimi.
Per motivi organizzativi, potrà essere inviato un questionario ai partecipanti qualche giorno prima dell'evento, per poter prevedere le sessioni con maggior affluenza, ma la risposta a tale questionario non sarà comunque vincolante per i partecipanti, che potranno decidere cosa seguire in qualsiasi momento.


Non ho esperienza sulla virtualizzazione, imparerò tutto quello di cui ho bisogno?

Microsoft Virtualization & Private Cloud Conference 2012 contiene una serie di sessioni dedicate a chi vuole conoscere le tecnologie di virtualizzazione server di Microsoft Hyper-V e non ha particolari esperienze di virtualizzazione. In contemporanea, ci saranno comunque sessioni dedicate a chi già usa VMware o Citrix e vuole integrarle con altre tecnologie Microsoft, per esempio con quelle di virtualizzazione Desktop di Windows Server 2008 R2 per implementare infrastrutture VDI, di Application Virtualization o di Remote Session Virtualization.


Potrò avere slide e demo usate nelle sessioni?

Sì, i partecipanti regolarmente iscritti hanno accesso esclusivo a un sito riservato da cui potranno scaricare slide e materiale demo (dove previsto) per tutte le sessioni della conferenza.


Le sessioni saranno registrate?

Sì, tutte le sessioni saranno registrate e fruibili in un’area riservata ai partecipanti della conferenza entro 2 settimane dalla fine dell’evento.


I pasti sono inclusi nella quota di registrazione?

Sì, la quota di registrazione include, oltre al libero accesso alle sale dove si terranno le sessioni, anche i coffee break e i pranzi negli orari previsti in agenda.


Si può applicare l'esenzione IVA se si iscrive una persona di una società estera (sede al di fuori dell'Italia)?

Purtroppo tutte le prestazioni di servizi come le conferenze, se erogate nel territorio italiano, sono soggette a IVA e pertanto non possono usufruire del regime di esenzione (rif. ai sensi dell'art. 7-ter comma1).

La normativa sulla territorialità IVA (art. 7) recentemente modificata, ha mantenuto, per l'eccezione inerente alle attività culturali, artistiche, fiere, convegni etc., la disposizione per la quale tali eventi si considerano effettuati nel territorio dello stato se sono materialmente svolte in Italia.



Si può applicare l'esenzione IVA se si iscrive un dipendente di un ente pubblico?

Purtroppo non è possibile ottenere l'esenzione IVA per la partecipazione a una conferenza in qualità di dipendente di un ente pubblico.

In generale, la conferenza non è assimilabile a un corso di formazione commissionato appositamente da un ente pubblico. Dal punto di vista normativo, facciamo riferimento a quanto pubblicato su Il Sole 24 Ore del 16 marzo 2009 (quesito 968 della rubrica "L'esperto risponde" a pagina 404).

La normativa vigente, art. 14 comma 10 legge 537/1993, prevede che "i versamenti eseguiti dagli enti pubblici per l'esecuzione di corsi di formazione, aggiornamento, riqualificazione e riconversione del personale costituiscono in ogni caso corrispettivi di prestazioni di servizi esenti dall'IVA, ai sensi dell'art. 10 Dpr 633/72".

Tuttavia, la mera partecipazione a un corso di formazione da parte di dipendenti pubblici non rientra nell'ambito delle prestazioni esenti individuate dall'art. 14, comma 10, della legge 437/93.

Il tenore letterale dell'articolo 14, così come interpretato dalla prassi ministeriale, consente di applicare il regime di esenzione quando i contributi versati dagli enti pubblici sono erogati in esecuzione di un rapporto di natura contrattuale a fronte del quale il prestatore si impegna a svolgere un'attività di formazione nell'interesse dell'ente stesso.

Inoltre, la risoluzione 84/E del 4 aprile 2003 dispone che "L'esenzione prevista dalla disposizione in esame si applica nei soli casi in cui gli enti pubblici stipulino convenzioni con terzi per l'esecuzione di corsi formativi".